ACQUA DOLCE ALLE ISOLE

romanzo a puntate illustrato
di
Giovanni Zanzani

Creative Commons License Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons .


Capitolo 8

- Avevo trentacinque anni, ma non ero un pivello e come macchinista me la cavavo. Col comandante Balsimelli mi trovai subito bene, anche se con gli ufficiali di marina non era facile andare d'accordo, nemmeno con quelli della marina mercantile. Io non lo avevo scelto di proposito quel mestiere, il macchinista mi ero trovato a farlo per forza. -
C'è spesso una nota di malinconia nella decisione di fare il marinaio, si segue una sorta di vocazione alla perdita. Diventa marinaio chi ama andarsene, non tanto arrivare. Gaetano non era quel genere di uomo, si capiva subito. A vent'anni era entrato in aeronautica, dove lo avevano messo su un apparecchio senz'ali e lo avevano fatto frullare per mesi su un prato, la prassi di allora nelle scuole di pilotaggio per impartire agli allievi i principi di guida degli aeromobili. Stanco di quella ginnastica che giudicava inutile, un giorno saltò su un aereo vero e decollò. Il ragazzo aveva il volo nel sangue, per lui pilotare un aeroplano era più facile che andare in bicicletta, ma la disciplina no, quella Gaetano Salvato non la sopportava. All'atterraggio rimediò sei mesi di carcere e il passaggio in marina, dove venne iscritto all'apprendistato in sala macchine, tanto per fargli capire l'importanza dell'obbedienza. Quando lo congedarono era diventato fuochista e non gli rimase che imbarcarsi sui mercantili. Gaetano lo raccontava ridendo e facendo gorgogliare nei polmoni il catarro di quaranta sigarette al giorno. La paura di morire non lo aveva mai toccato né in volo né in navigazione, figuriamoci se lo intimoriva il brontolio dei propri polmoni.
- Pur avendo scelto il cielo come ambiente in cui muovermi, finii per accettare il mare perchè nessuno può evitare del tutto i compromessi col mondo, ma anche perchè il mare contiene in qualche modo l'idea dell'infinito che per me è azzurro come questo bel cielo che abbiamo sulla testa. -
Nel bar di Gaetano che si trovava nella periferia est di Genova il yuke-box suonava una canzone che parlava per l'appunto di come sia azzurro il cielo in certi pomeriggi d'estate.
- Nonostante non lo avessi scelto, fare il marinaio finì per piacermi, il mare diventò la mia vita. Ancora adesso che sono vecchio non riesco a stare lontano dal mare. Quando conobbi il comandante Balsimelli navigavo già da diversi anni, il primo viaggio con lui verso Lipari si svolse regolarmente. La nave andava alla perfezione, il comandante aveva fatto bene a fidarsi di quel vecchio vapore. Bisognava stare attenti alla regolarità della combustione, se si lasciava scendere la pressione era un guaio, ma a parte questo il Franceschiello era il bastimento più affidabile del mondo. -
Il viso di Gaetano si allargò in un sorriso. D fronte a lui, io lo capivo, non c'era più il bancone del bar, i suoi occhi vedevano il molo palermitano con una piccola nave all'ormeggio.
- Le navi nascono, vivono e muoiono come le persone. Quando le vedi coperte di ruggine e di vernice screpolata, stai guardando la pelle di un vecchio sulla quale il tempo ha lasciato i segni del proprio passaggio. Le rughe del Franceschiello parlavano di fiordi, di navi a vela, di fredde isole nordiche e di caldi venti meridionali. Strato di ruggine su strato di vernice, tutti quei ricordi si mescolavano sulle lamiere del vecchio vascello come il dolore e il piacere provati in gioventù compongono lo spessore e le pieghe dell'epidermide degli anziani. -
Ecco che tipo era Gaetano Salvato, uno che queste cose le diceva borbottando e con l'aria di pronunciare banalità. Ma che non fossero banalità lo capivo anch'io che ero solo un ragazzo in arretrato con gli studi e con una montagna di cose ancora da imparare. Nelle parole di quell'uomo generoso riprendevano vita le pagine scritte dal comandante Balsimelli sul piroscafo Franceschiello.

 

Gaetano in volo

Scarica il romanzo completo in formato ".epub" .

PREFAZIONE
L'ENIGMA DEL RITRATTO
CAPITOLO 1
CAPITOLO 2
CAPITOLO 3
CAPITOLO 4
CAPITOLO 5
CAPITOLO 6
CAPITOLO 7
CAPITOLO 8
CAPITOLO 9
CAPITOLO 10
CAPITOLO 11
CAPITOLO 12
CAPITOLO 13
CAPITOLO 14
CAPITOLO 15
CAPITOLO 16
CAPITOLO 17
CAPITOLO 18
CAPITOLO 19
CAPITOLO 20
CAPITOLO 21
CAPITOLO 22
CAPITOLO 23
CAPITOLO 24
CAPITOLO 25
CAPITOLO 26
CAPITOLO 27
CAPITOLO 28
CAPITOLO 29
CAPITOLO 30
CAPITOLO 31
CAPITOLO 32
CAPITOLO 33


Scarica il romanzo completo in formato ".epub" .