ACQUA DOLCE ALLE ISOLE

romanzo a puntate illustrato
di
Giovanni Zanzani

Creative Commons License Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons .


Capitolo 10

C'è un destino che unisce la vita di un comandante a quella di una nave? Nel caso del comandante Balsimelli bisogna credere che fosse così, o almeno così lui pensava.

"Nave vecchia, ma di buon carattere. Mi era destinata. Il suo motore ricorda quello della Simon Bolivar su cui mi imbarcai a Montevideo. Ma la vecchia Bolivar era una nave malfidata."

Ecco un'altra delle annotazioni che trovai nel diario di bordo del 1934. Annibale l'aveva scritta sul margine della pagina. La nave alla quale faceva riferimento trasportava cavalli tra la capitale uruguaiana e il Brasile in uno dei suoi primi imbarchi americani. Quella di assegnare un carattere alle imbarcazioni sulle quali navigava era un'abitudine del comandante. Sui suoi diari giudizi di questo tipo abbondano e confesso di essere rimasto colpito dalla stravaganza degli aggettivi impiegati da Annibale per parlare di navi. Potevano essere "difficili", "mansuete", oppure "malfidate", come quella Bolivar che lo costrinse a una panna di due settimane in pieno Oceano Atlantico. La Reina negra, una nave che il comandante Balsimelli condusse diverse volte dall'Argentina al Cile, possedeva un carattere "romantico". Avvicinandosi al grande estuario della Plata, come farebbe una fanciulla che rivede la casa dove è nata, emetteva suoni lamentosi che inquietavano l'intero equipaggio.
Era di buon carattere il Franceschiello? Lo chiesi a Gaetano.
- Era una meraviglia. Non andava veloce, ma era come un orologio. Certo, i motori diesel erano un'altra cosa, piccoli e alimentati a nafta, rendevano tutto più semplice. Già in quegli anni, di piccole imbarcazioni a vapore non ne rimanevano molte. Ma le macchine a vapore possedevano una forza meno nervosa di quella dei motori a scoppio, la loro era un'energia più vicina alla natura, qualcosa che ricordava i ritmi delle maree. All'affermarsi dei propulsori diesel tutti i comandanti li elogiarono, ma in cuor loro piansero per la scomparsa delle vecchie macchine a vapore. -
I destini di barche e uomini sono molto più che uniti, sono lo stesso destino. Lo si intuisce osservando una nave che solca il mare, il cui profilo stagliato sull'orizzonte ci fa pensare prima di tutto al marinaio che in quel momento la governa, al suo capitano. È così stretto il legame tra i due che l'onore del comandante sopravvissuto al naufragio della propria nave rimane sub judice fino a quando non risulti evidente al di là di ogni dubbio l'esemplarità del suo comportamento nel corso dell'incidente e si dà il caso di comandanti che preferiscono affondare con il bastimento piuttosto che trovarsi in un mondo privo di esso. A pensarci bene, cosa resta loro da fare una volta in salvo a terra se non tenere continuamente la propria immaginazione legata a quelle lamiere sprofondate nel buio degli abissi? No, non vi è altro destino per il vascello e per chi lo comanda che condividere lo stesso destino.
- Non so se si possa affermare che il Franceschiello fosse una nave di buon carattere – concluse Gaetano al termine del nostro primo incontro - di sicuro era affidabile. A me piaceva, anche se le sue piccole dimensioni la facevano ballare un po'. A Tancredi piaceva di meno, il primo viaggio lo fece stare veramente male, e a diciassette anni il mal di mare può essere così violento da farti decidere di non risalire più a bordo. Il comandante Balsimelli con lui fu molto buono, capì che per aiutarlo a superare le difficoltà di ambientamento doveva tenerlo impegnato e nel secondo viaggio compì un gesto che non avevo mai visto fare a nessun ufficiale di marina nei confronti di un giovane appena imbarcato, gli offrì il timone. -

Scarica il romanzo completo in formato ".epub" .

PREFAZIONE
L'ENIGMA DEL RITRATTO
CAPITOLO 1
CAPITOLO 2
CAPITOLO 3
CAPITOLO 4
CAPITOLO 5
CAPITOLO 6
CAPITOLO 7
CAPITOLO 8
CAPITOLO 9
CAPITOLO 10
CAPITOLO 11
CAPITOLO 12
CAPITOLO 13
CAPITOLO 14
CAPITOLO 15
CAPITOLO 16
CAPITOLO 17
CAPITOLO 18
CAPITOLO 19
CAPITOLO 20
CAPITOLO 21
CAPITOLO 22
CAPITOLO 23
CAPITOLO 24
CAPITOLO 25
CAPITOLO 26
CAPITOLO 27
CAPITOLO 28
CAPITOLO 29
CAPITOLO 30
CAPITOLO 31
CAPITOLO 32
CAPITOLO 33


Scarica il romanzo completo in formato ".epub" .